Cerca
Close this search box.

Al Liceo “R.Lombardi-Satriani” si parla di bullismo e di cyberbullismo

Immagine WhatsApp 2024-02-25 ore 22.33.22_95d11e9c

Si è tenuto, presso l’auditorium del Liceo Linguistico e delle Scienze Umane di Mesoraca, un incontro rivolto alle classi prime, seconde e terze dell’intero Liceo “R. Lombardi Satriani” (plessi di Mesoraca, Petilia Policastro e Cotronei), nell’ottica della prevenzione e del contrasto alle problematiche sul tema del Bullismo e del Cyberbullismo. L’incontro, fortemente voluto dalla Dirigente Scolastica Prof.ssa Antonella Parisi e dalla referente d’Istituto per il Cyberbullismo Prof.ssa Emanuela Cosco, si è aperto con la proiezione di un cortometraggio a cura dei ragazzi appartenenti al plesso di Cotronei e, dopo i saluti iniziali della Dirigente Scolastica, la parola è passata alla Prof.ssa Cosco, che, analizzati insieme ai ragazzi e agli ospiti presenti in sala i risultati di un questionario (in forma anonima) somministrato agli studenti del primo biennio e delle classi terze qualche settimana prima dell’incontro, ha dato la parola ai militari della Guardia di Finanza, relatori del seminario, che hanno così strutturato il loro intervento: nella prima parte, il Maresciallo ordinario Maria Assunta Veneziano, Responsabile della Sezione di Polizia Giudiziaria della Guardia di Finanza della Procura della Repubblica di Crotone, ha illustrato ai presenti quelle che sono le linee guida, a carattere nazionale, necessarie per la prevenzione e il contrasto al Bullismo e al Cyber-bullismo, delineando la normativa di riferimento soprattutto in ambito scolastico; è stata poi la volta del Maresciallo Ordinario Antonio Barretta, Addetto alla Sezione di Polizia Giudiziaria della Guardia di Finanza della Procura della Repubblica di Crotone, che ha trattato la tematica dal punto di vista giuridico: ha delineato un quadro piuttosto chiaro concernente i reati che potrebbero configurarsi a seguito di condotte illecite rientranti nella sfera del Bullismo e Cyber- bullismo. Infine, l’Appuntato Scelto Massimo Musardo, anch’egli Addetto alla Sezione di Polizia Giudiziaria della Guardia di Finanza della Procura della Repubblica di Crotone, ha illustrato quelli che sono gli strumenti di difesa, di carattere sia penale che amministrativo, che vittime o genitori delle stesse dovrebbero adottare al fine di contrastare la diffusione di fenomeni lesivi. I militari intervenuti, infine, hanno ricordato che anche la Scuola, così come la Famiglia, svolge un ruolo molto importante, in quanto, in capo ai formatori, vige l’obbligo di denunciare gli episodi di Bullismo e Cyberbullismo che si manifestano all’interno degli istituti scolastici. L’ultimo intervento è stato a cura della Psicologa, dott.ssa Simona Innaro, che ha concentrato il proprio intervento su prevenzione e informazione. “È di estrema importanza stare in ascolto e sentire le emozioni che non si trasmettono attraverso un cellulare. Possiamo scriverle, ma non sentirle”, ha sottolineato la Innaro che ha poi incentrato la parte conclusiva del suo intervento sull’importanza del coinvolgimento del sistema famiglia nel processo educativo e sulla educazione digitale. “Educazione digitale significa guidare i giovani in un viaggio che sia di risorse. Prima di pubblicare pensiamo, ogni parola, ogni immagine, ogni video può costruire o distruggere. È importante educare ad essere consapevoli”. Ospite dell’incontro è stato il noto attore ed educatore teatrale Emanuel Gumari, che ha emozionato l’intera platea con la recitazione di un monologo sulla tematica da lui stesso ideato. A conclusione della manifestazione sono stati premiati i tre elaborati vincitori del concorso letterario “Bullismo, ti racconto e ti combatto” , indirizzato agli alunni delle classi prime dell’intero istituto: per il Liceo Scientifico di Petilia Policastro, Alessia Lana, frequentante la classe IB; per il Liceo delle Scienze Umane e Linguistico di Mesoraca, Sophia Fico, frequentante la classe IC Linguistico; per il Liceo Scientifico di Cotronei, Benedetta Miletta, frequentante la classe ID. L’incontro ha visto la partecipazione attiva degli alunni, protagonisti, oltre che di attività laboratoriali a cura della dott.ssa Innaro, anche di performance teatrali, musicali, canore, pittoriche. In riferimento a queste ultime, l’alunna Sophia Fico, della classe IC del Liceo linguistico ha realizzato, in estemporanea, una vera e propria opera d’arte pittorica sul tema, donata, a fine incontro, alla Sezione di Polizia Giudiziaria della Guardia di Finanza di Crotone in segno di ringraziamento per la presenza e di riconoscenza per l’attività prestata.

Torna in alto