Cerca
Close this search box.

CAMPIONATO DI PALLAMANO DI SERIE B – INNOTECH SERRA – PALLAMANO CROTONE 29-16 (16-9)

IMG_1178

INNOTECH: Lusverti (8), Guarini L, Sibilio, Guarini A. (1), Giannoccaro (7), De Luca, Rosato, Colucci, Velletri, Vicenti (6), Trapani S, Sabatelli (5), Semeraro, Ancona, Trapani F, Kola (2). Allenatore: Cassone

 

CROTONE: Malena, Vrenna (2), Scida, Accardo, Caruso, Berlingeri (1), Riganello (5), Lo Guarro, Mariano (6), Menzano, Arcuri, Ravenna (2). Allenatore: Gerace

 

ARBITRI: Lorusso A. – Lorusso P.

Una battuta d’arresto più che prevedibile: contro l’indiscussa capolista del torneo, nonostante la veemenza e la buona volontà messa in campo dai giovanissimi rossoblù, il pronostico della vigilia è pienamente rispettato. Il divario esperienziale e di tecnica giocano un ruolo fondamentale quando si affronta un team costruito per vincere il campionato. Fatta eccezione per i pochissimi veterani in campo e nel rispetto di un format oramai consolidato di questa stagione, la formazione rossoblù schiera un nugolo di Under 17 dai quali, contro la forte capolista, non si poteva obiettivamente pretendere di più. Semmai è da apprezzare la continuità intrapresa nel percorso di crescita da Ravenna e compagni che iniziano a guadagnare sempre più fiducia nei propri mezzi. C’è anche consapevolezza di quanto sia ancora lunga la strada da percorrere ed i risultati negativi, ampiamente prevedibili ad inizio stagione, ne rappresentano la più chiara testimonianza. Si confida nel lavoro certosino e instancabile dello staff tecnico ma non manca l’entusiasmo col quale i giovani rampolli rossoblù stanno affrontando questa sfida.

Tornando alla partita, al gioco schematico e poderoso dei pugliesi il Crotone del primo tempo contrappone una difesa per lunghi tratti sin troppo piatta. Un invito a nozze per Giannoccaro e compagni che vanno ripetutamente al tiro con percentuali realizzative molto elevate. La reazione rossoblù sopraggiunge ad inizio secondo tempo, in concomitanza con le segnature di Mariano e Riganello e grazie ad una difesa finalmente più aggressiva. Il Crotone al 40’ è sotto di sole 4 reti (17-13) potendo altresì contare su una superiorità numerica che, però, viene gestita in malo modo. Quando sembra che possano esistere le premesse per assistere ad un finale incandescente ed equilibrato torna in cattedra il Serra che riprende a martellare con veemenza la porta di Lo Guarro. I fasanesi riprendono perciò margine, complice l’imprecisione al tiro dei rossoblù e il loro inevitabile calo fisico. Mister Gerace decide a questo punto di praticare un massiccio turn over con l’inserimento di tutti gli under 17 a sua disposizione. La contesa volge ulteriormente in favore del Serra che nei minuti finali allunga ulteriormente nel punteggio e si aggiudica il match con il risultato di 29 a 16.

Torna in alto