Cerca
Close this search box.

Crotone: raccolta sangue presso l’Istituto Ciliberto organizzata dall’Avis

Avis1

Trenta e lode per le studentesse e gli studenti dell’istituto Mario Ciliberto che anche questa volta confermano di avere un cuore che non finisce mai. Trenta il voto che meritano, trenta e non uno in meno, come le sacche di sangue raccolte durante la giornata organizzata nello storico istituto crotonese. Un risultato eccezionale che probabilmente poche altre volte è stato raggiunto durante una giornata organizzata da una scuola. Merito di queste studentesse e di questi studenti che si sono rimboccati le maniche, nel vero senso della parola, hanno donato senza remore, hanno dato senza indugiare minimamente una parte intima di se stessi con un solo intento, quello di fare del bene. Ragazze e ragazzi che hanno ormai hanno preso coscienza di quanto possa essere gratificante per loro e importante per chi riceve, effettuare una donazione. Liberi e senza condizionamenti se non quello di voler far del bene e partecipare nel proprio piccolo con un grande contributo.

Guidati dalla referente alla salute professoressa Vincenza Rubino gli studenti si sono messi a disposizione con entusiasmo e curiosità, quelli che hanno donato per la prima volta, con altrettanto entusiasmo ma con una consapevolezza maggiore quelli che invece stanno diventando degli habituè della donazione. Se è stata una giornata di festa e tutto è filato liscio è stato grazie al dirigente scolastico Girolamo Arcuri che ha sostenuto pienamente l’iniziativa, alla professoressa Rubino, al personale dell’istituto Ciliberto professionale, disponibile e sempre pronto ad accontentare qualsiasi richiesta. Il tutto sempre in perfetto coordinamento con il personale medico sanitario e quello dell’Avis che insieme sono ormai una potenza. Una squadra che funziona, un meccanismo oleato che raggiunge ogni volta risultati impensabili per un istituto scolastico che non conta poi molti maggiorenni al suo interno. Dopo la donazione della scorsa settimana sono ben 58 le sacche di sangue raccolte da inizio anno al Ciliberto, un risultato ragguardevole che probabilmente pone la scuola in cima a questa speciale graduatoria. Un risultato che però vuole essere sempre migliorato, che spinge gli studenti a guardare oltre, proprio come fanno nel proprio percorso di studi, a guardare sempre lontano, ma soprattutto a non accontentarsi mai.

Torna in alto