Cerca
Close this search box.

Domani 3 febbraio si vota per il rinnovo del consiglio provinciale

43a21ebc-88a4-49d0-bee5-92480df6312f

Domani 3 febbraio si vota per il rinnovo del consiglio provinciale. Si vota per eleggere non il presidente, che rimarrà Sergio Ferrari, ma solo i 10 consiglieri che rimarranno in carica per i prossimi due anni. Si tratta di elezioni di “secondo livello” (si spera, le ultime!) in cui non votano i cittadini, ma solo i sindaci e i consiglieri già eletti nelle amministrazioni comunali della stessa provincia, secondo un criterio ponderato per il quale il valore del voto di ciascun elettore è legato al numero degli abitanti del comune di riferimento.
Questo quadro generale determina la consapevolezza di non poter essere determinanti rispetto a dinamiche elettorali spesso basate su forme di trasversalismo finalizzate ad
“entrare a corte” non per confrontarsi con culture altre e favorire processi di crescita collettiva – come insegnerebbe il saggio citato da Battiato – ma più banalmente per star vicini ai centri di potere attualmente preponderanti che, dalla pianificazione territoriale e tutela ambientale, all’organizzazione della rete scolastica, passando dalla manutenzione delle strade alle tante vertenze sulle questioni occupazionali, in questi anni poco e niente hanno prodotto per la Provincia crotonese.
Ma proprio questa consapevolezza giustifica l’orgoglio del riuscire a mantenere un “centro di gravitá” partecipando per la prima volta con il simbolo PD e con una lista unitaria, frutto dell’impegno di un’intera classe dirigente provinciale per serrare i ranghi e rafforzare l’opposizione al governo Ferrari.
E per il Partito Democratico di Crotone c’è anche l’orgoglio di veder in prima fila in questa competizione elettorale il capogruppo Andrea Devona, pronto come sempre a mettersi in gioco per testimoniare il senso di appartenza e l’impegno costante per il territorio. Forza Andrea, siamo con te!

I componenti della Segreteria PD Crotone

Torna in alto