Cerca
Close this search box.

DOPO L’ISTANZA DI FALLIMENTO PER CONGESI ORA AKREA RISCHIA LA PRIVATIZZAZIONE

incontro-sindaci-congesi-e-sorical

Da tempo si sapeva che le due partecipate del Comune di Crotone fossero a grande rischio, per capirci CONGESI che ha preso il posto di “SOAKRO” e di AKREA che aveva assorbito “AKROS”, si sa che le due precedenti società sono state  dichiarate fallite sotto la doppia legislatura di  Peppino Vallone. L’ex Sindaco trova nella giunta Voce suoi elementi come l’Assessore Scandale che è al centro delle presenti vicissitudini delle attuali partecipate e del Vicensindaco Cretella legale dell’ex Sindaco nel lodo Chisari. lo scorso fine settimana è stata depositata presso la cancelleria del Tribunale Fallimentare del Tribunale di Crotone da parte dei legali di Sorical l’istanza di fallimento. A ciò si è arrivati dopo mesi e mesi di incontri e trattative che hanno visto un spreco da parte del Sindaco Voce di denaro per ricorsi al TAR e pareri legali di cui si disconosce il contenuto. Non più tardi di 15 giorni fa la relazione del neo Manager di Akrea Dr. Padula subentrato al defenestrato  Bevilacqua, in un suo rapporto al Sindaco Il numero 1 di Akrea ha fatto presente tra l’altro  che la partecipata di totale proprietà del Comune di Crotone ha un debito di quasi 2.500 milioni di euro e che qui occorre risanare il bilancio. La crisi delle due predette aziende viene da lontano e questa amministrazione ha tergiversato non prendendo mai concretamente le redini in mano e trascinandole di fatto verso la sparizione ma oltre al danno per i cittadini e per l’erario ci sono posti di lavoro che sono a serio rischio e molte famiglie non avrebbero più punti di riferimento. Sono due vicende molto tristi per la città che denotato quanto sia approssimativa la gestione della cosa pubblica. Aspettiamo nei prossimi giorni ulteriori sviluppi.

 

Torna in alto