Cerca
Close this search box.

È davvero una scuola per tutti! Ancora una volta l’istituto Mario Ciliberto ha mostrato tutte le sue potenzialità evidenziando le sue caratteristiche positive.

Shalom1

È davvero una scuola per tutti! Ancora una volta l’istituto Mario Ciliberto ha mostrato tutte le sue potenzialità evidenziando le sue caratteristiche positive. Una scuola inclusiva e facilmente accessibile per tutti quanti. Lo hanno sperimentato anche gli ospiti del centro diurno per persone con disabilità “Marianna Agostino”, accompagnati dell’equipe educativa della cooperativa Shalom accolti calorosamente presso i locali dell’istituto. Hanno avuto la pazienza, la fortuna e a detta loro il privilegio, di assistere, insieme agli accompagnatori dell’equipe educativa il presidente Renato Marino, la coordinatrice del centro diurno Roberta Megna, l’educatrice Francesca Pignolo, gli Oss Rosario Villirillo e Matteo Caporali ad una lezione dedicata all’esplorazione del sistema solare, presieduta dal docente relatore del planetario Piero Devono. La lezione si è tenuta presso il planetario “Aloysius Lilius” nel quale gli “studenti per un giorno” hanno partecipato alla lezione con vivo interesse, curiosità e rispetto nei confronti del relatore. Questa esperienza vuole testimoniare quanto le persone con disabilità sanno abitare i luoghi accessibili e necessitano di essere inclusi tutto questo a dimostrazione di quanto il Ciliberto sia una scuola da sempre aperta al territorio, sappia fare rete con tutti gli attori sociali, sia attenta a tutte le esigenze che si presentano, ma soprattutto sia sensibile in tutte le occasioni. Una linea questa data dal dirigente scolastico Girolamo Arcuri che rende il Nautico unico. Alla fine dell’incontro l’applauso è nato spontaneo nella duplice direzione professore “studenti”, con promessa di rivedersi ancora in quanto ospiti graditissimi e piacevole compagnia.

 

Il centro diurno Marianna Agostino, la cooperativa Shalom colgono l’occasione per ringraziare vivamente il dirigente scolastico Arcuri, il vicario Francesco Desiderio e il professor Devono per aver reso inclusivo l’istituto di istruzione superiore “M. Ciliberto” e per aver dato la possibilità agli ospiti del centro di visitare uno dei planetari più grandi e meglio attrezzati del sud Italia

Torna in alto