Cerca
Close this search box.

FDI ALLA QUESTURA PORTA SOLIDARIETA’ A FORZE DELL’ORDINE

questura Crotone 1

Fratelli d’Italia solidarizza con le forze dell’ordine, prese di mira in particolare nelle ultime settimane da inaccettabili aggressioni fisiche, ma anche mediatiche e politiche. Lo ha fatto recandosi nella mattinata odierna con una delegazione formata dal Coordinatore Provinciale Michele De Simone, dal vice coordinatore Salvatore Cosimo, dal consigliere provinciale Saverio Punelli, dal capogruppo in Consiglio Comunale di Crotone, Anna Maria Cantafora, dal responsabile comunicazione, Vincenzo Gentile e da molti dirigenti locali e provinciali presso la Questura di Crotone. Lo farà anche nella giornata di oggi e domani nei vari presidi delle forze dell’ordine dislocate nell’intero territorio provinciale tra cui Cutro, Isola Capo Rizzuto, Rocca di Neto, Strongoli e Crotone. “Le forze dell’ordine sono il nostro presidio di sicurezza, per questo ci batteremo sempre per proteggerle”, spiegano in una nota gli organizzatori dell’iniziativa. “Le istituzioni hanno il dovere di sostenere con convinzione gli agenti impiegati nella pubblica sicurezza, dobbiamo respingere con ogni mezzo i gravi tentativi di delegittimazione messi in atto nei giorni scorsi. – si sottolinea – E’ necessario fermare immediatamente questo clima d’odio, che rischia di provocare conseguenze come quelle accadute a Torino, dove una volante e gli agenti che stavano fermando un irregolare per condurlo in un centro di rimpatrio sono stati aggrediti dai manifestanti dei centri sociali. Ci aspettiamo che anche la sinistra, che è stata prontissima nel mettere sotto processo mediatico polizia e carabinieri, esprima oggi solidarietà alle forze dell’ordine e condanni senza tentennamenti le violenze fisiche messe in atto con regolarità da centri sociali e antagonisti”. Gli agenti ed i dirigenti della Questura hanno inoltre ringraziato per la visita e la solidarietà espressa: Fratelli d’Italia continuerà a far sentire loro tutto il sostegno di cui necessitano per garantire a tutti noi la sicurezza e la legalità, come ogni giorno fanno con dedizione. Noi gli siamo grati per questo”.

SEGUI IL VIDEO/AUDIO  TESTUALE

 

 

Torna in alto