Cerca
Close this search box.

Fratelli d’Italia sulla bonifica di Crotone

IMG_2784
Apprendiamo dalla stampa che si susseguono in maniera veloce incontri e conferenze stampa sul delicatissimo problema della bonifica della nostra città. E’ doveroso, prima di ogni qualsiasi altra presa di posizione, certamente legittima, ricordare che a Crotone sono stati osservati e misurati eccessi di rischio verso tutti i tumori ovvero che ,in sintesi, ci sono gravi danni per la salute dei cittadini. Sembra scontato ma è meglio ricordarlo a tutti: Istituzioni, rappresentanti politici, cittadini. Una città che muore non ha prospettive di futuro! Allo stesso modo riteniamo tracciare una linea di chiarezza, onde evitare che con estrema facilità si cancelli quanto le istituzioni della provincia di Crotone e dei calabresi tutti, in rappresentanza dei cittadini, hanno inteso ratificare e sottoscrivere. Ci riferiamo alla conferenza decisoria del 24 ottobre 2019, alla presenza del Ministero dell’Ambiente, che ha dato il via libera al pob fase 2-,riguardanti le discariche fronte mare e aree industriali, e che è stata una data decisiva ed importante per la città di Crotone e per tutta la sua provincia e che ha sancito che i rifiuti stipati dovessero essere smaltiti fuori dal territorio calabrese. Tale decisione, ci piace sottolinearlo, è stata ribadita non troppo tempo fa, solo nel 2019 appunto. Nel frattempo il Consiglio Regionale della Calabria con la Mozione n. 58 del 22 giugno 2023 ha ribadito con ferma volontà e con la firma a favore di Forza Italia, Forza Azzurri, Coraggio Italia, Fratelli d’Italia, Lega Salvini, Unione di Centro, Partito Democratico, De Magistris Presidente, che il PAUR ((Provvedimento Autorizzatorio Unico Regionale) non venga toccato, o meglio non modificato. A tale scopo hanno impegnato il Presidente della Giunta Regionale a coordinare l’insieme delle istituzioni calabresi a contrastare anche in sede giudiziaria il tentativo dell’Eni di stravolgere il deliberato della conferenza dei Servizi del 2019. Su questo punto intendiamo confermare la posizione ufficiale del nostro partito, dei nostri rappresentanti istituzionali. Infatti, repentini e inaspettati cambi di direzione non sarebbero nè compresi, nè condivisi, nè accettati ! Leggiamo inoltre, con piacere, che altre forze politiche rappresentative del territorio, hanno espresso la contrarietà alla modifica del PAUR (Provvedimento Autorizzatorio Unico Regionale). Fratelli d’Italia concorda e concorderà con tutte quelle posizioni e linee di rappresentanza politica che sosterranno con chiarezza e trasparenza i reali interessi dei nostri concittadini perché per quanto ci riguarda le idee giuste non debbono avere colore e vanno ben al di là di ogni schieramento ideologico. Lanciamo quindi un appello affinchè tutte le forze della città, politiche e non, che intendano respingere al mittente una modifica del PAUR, e quindi la scelta della destinazione dei pericolosissimi rifiuti , facciano muro contro la paventata decisione di una modifica che tra l’altro arriverebbe “a tempo scaduto” e che probabilmente penalizzerebbe tutto il territorio crotonese. Nei prossimi giorni daremo il via ad una serie di iniziative con una raccolta di firme con cui si chiederà il coinvolgimento e la presa di coscienza di tutta la cittadinanza.
 Michele De Simone
Presidente Provinciale FDI
 Anna Maria Cantafora
Capogruppo FDI Comune di Crotone
Torna in alto