Cerca
Close this search box.

I FRATELLI D’ITALIA SUGLI ACCADIMENTI AL COMUNE DI CROTONE

IACONIS

Per l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Voce, Crotone è una città a vocazione turistica solo quando si deve decidere di fare cassa con le soste a pagamento- è quanto scrive Fabrizio Zurlo, responsabile del dipartimento Provinciale “decoro urbano” e dirigente Crotonese di Fratelli d’Italia.
Per quel che riguarda invece il decoro urbano, in particolare nelle zone più fruite da turisti e cittadini, ahinoi questa considerazione perde immediatamente di importanza. È sotto gli occhi di tutti, infatti, lo stato di incuria che regna all’interno della villa comunale, ostaggio di letargiche opere di riqualificazione e del degrado più totale. Basta solo attraversarla per notare -continua Fabrizio zurlo- una situazione di totale abbandono: vialetti che risultano dissestati e sporchi, aree verdi divenute una foresta di erbacce infestanti. Uno dei tesori della nostra Città , un luogo pietra miliare nella vita di tutte le generazioni di Crotonesi, dalla nostra a quella dei nostri nonni, ormai non più fruibile da giovani, da mamme e bambini , da anziani, da tutti coloro che l’anno vissuta ed amata. Un patrimonio storico, artistico, culturale e turistico che come tale deve essere tutelato e che la gestione Voce sta letteralmente “buttando alle ortiche”
Il problema inoltre – continua Zurlo- assume anche una valenza igienico sanitaria. Con l’arrivo della bella stagione, infatti, tale incuria del verde non fa che favorire il proliferare di ratti, striscianti ed insetti, i quali, considerato che la nostra amministrazione comunale sia storicamente carente in materia di disinfestazione e derattizzazione, creano un disagio di dimensioni enormi per fruitori e cittadini residenti. Negli scorsi giorni, – scrive nella stessa nota Giovanni Iaconis , commissario del Circolo cittadino di Fratelli d’Italia “Pasquale Senatore” – , abbiamo letto su tutti i giornali di un programma di pulizia e manutenzione del verde pubblico messo in atto dal Comune di Crotone che prende quasi le sembianze di un opera faraonica , nonostante trattasi di ordinaria amministrazione; purtroppo -continua Iaconis- oltre lo stato penoso in cui versa la villa comunale, altre zone, specialmente quelle di ingresso alla città che dovrebbero quindi essere vetrina del capoluogo stesso, versano in condizioni pessime. Vigeva quindi l’obbligo che questi decantati lavori iniziassero proprio con particolare attenzione alle zone turistiche adiacenti il mare come la villa comunale e nelle zone d’ingresso alla città, cosa che purtroppo non è stata fatta! Esortiamo-concludono Zurlo e Iaconis – l’Amministrazione Comunale ad intervenire nell’immediato, associando ad una capillare pulizia delle zone di accesso alla città e della villa comunale, un’opera di disinfestazione e derattizzazione del centro storico cittadino già preda di ratti, insetti, scarafaggi e zanzare da un po’ di tempo. La nostra amata Città e le sue aree a vocazione turistica vanno abbellite e curate e non sfruttate esclusivamente per fare cassa sulle spalle di quei cittadini che ormai da troppo tempo cercano disperatamente un’amministrazione che riesca a dare servizi concreti.

Torna in alto