Cerca
Close this search box.

IL MINISTRO DELLO SPORT E IL CONI ASSENTI NEL MOMENTO DEL LUTTO CHE HA COLPITO LA NOSTRA PROVINCIA E L’ITALIA INTERA

nuova aiello

Il Ministro dello Sport Andrea Abodi conosce molto bene Crotone per motivi professionali quando era Presidente della Lega di Serie B ed è per questo che appare non soltanto stucchevole il distacco verso lo stesso territorio di Crotone per questa terrificante tragedia ma lo è come uomo di sport poichè in tutte le discipline del CONI vi sono immigrati che praticano sport e che sono arrivati da noi in condizioni simili (cioè da clandestini) e non da oggi, e ancora di più come membro del Governo e uomo di alto valore non solo di sport. Di fatto il Crotone che alla vigilia di Picerno Crotone aveva annunciato che avrebbe giocato con il lutto al braccio e che si sarebbe osservato un minuto di raccoglimento, di fatto non c’è stato nulla. Eppure erano passati 6 giorni dalla tragedia. A compensare il tutto è stato il Real Fondo Gesù squadra di prima Categoria Girone B di Crotone presieduta dalla famiglia Bossi (gente di mare) che oltre ad osservare un minuto di raccoglimento ha visto un gesto bellissimo da parte dei giocatori della Nuova Aiello Calabro sconfitta sul campo per 2-0 portarsi sulla spiaggia di Steccato luogo della tragedia con tutti i componenti e buttare delle rose bianche per i bambini annegati e il Mister buttare una rosa rossa per tutte le mamme. Un gesto davvero molto bello e sincero e il tutto è accaduto al tramonto sulla strada del ritorno a casa. Va detto che anche i giocatori del Crotone calcio nella scorsa settimana in delegazione sono andati davanti al palamilone per portare la propria testimonianza alle vittime. Ecco Ministro Abodi da Crotone è arrivata una lezione di sport e solidarietà alla nazione e a tutto il mondo del CONI. Una vera occasione persa da parte vostra.

Giovanni Monte

Torna in alto