Cerca
Close this search box.

La replica del Sindaco Voce, in Consiglio comunale, all’interpello con cui ho inteso proporre di utilizzare una parte delle somme derivanti dall’accordo con l’ENI

meo

 

La replica del Sindaco Voce, in Consiglio comunale, all’interpello con cui ho inteso proporre
di utilizzare una parte delle somme derivanti dall’accordo con l’ENI, al fine di correggere alcune
aberrazioni del programma Valorizzazione Antica Kroton, diretta conseguenza della “rimodulazione”
maldestramente posta in essere da questa Amministrazione, da l’esatta misura di quanto il primo
cittadino, purtroppo titolare della delega sulla progettualità Antica Kroton, non sia assolutamente in
grado di svolgere un tale compito.
Già le primissime parole proferite dal Sindaco, danno la misura di quanto grave sia la situazione,
grave ma non seria: “questa è la prima volta che ho sentito un legame tra gli scavi del sito di
Acquabona con Agenda Urbana”.
Eppure, sarebbe bastato che Enzo Voce avesse semplicemente letto quanto è chiaramente previsto
nelle prescrizioni che sono state conseguenza della sciagurata rimodulazione, dallo stesso Enzo Voce
voluta e maldestramente eseguita dal passato Dirigente.
Qui di seguito riporto la relativa trascrizione di un passo significativo della Deliberazione della
Giunta regionale N.360 dell’11.08:2021, avente ad oggetto: “approvazione rimodulazione del
programma Valorizzazione Antica Kroton e del sistema ambientale, turistico e culturale da Crotone
a Capo Colonna”:

 

Il Sindaco, titolare della delega su Antica Kroton, pertanto disconosce che in sede di rimodulazione
della progettualità Antica Kroton, l’intervento su “Acquabona” sia stato ampiamente ridotto in
funzione di una integrazione di risorse finanziarie che dovevano provenire da “Agenda Urbana”.
Consigliere Comunale
Avv. Fabrizio Meo

Torna in alto