Cerca
Close this search box.

Naufragio di Cutro del 26 Febbraio 2023

IMG_0866

Il naufragio di Cutro è stato un sinistro marittimo del 26 Febbraio 2023 che ha riguardato una barca partita dalla Turchia, carica di almeno 180 migranti. Il caiacco si arenò su una secca a poche decine di metri dalla costa di Steccato di Cutro e l’impatto lo espose alla violenza delle onde del mare rovesciandolo e distruggendolo.

I primi naufraghi furono soccorsi da due pescatori del luogo che allertarono i carabinieri e altre persone del posto che portarono in salvo chi era ancora vivo estraendo dall’acqua anche i corpi che erano ormai senza vita, ed il bilancio dei morti è via via aumentato con il passare delle ore, il mare, infatti, pian piano ha restituito i cadaveri di bambini, donne e uomini.

Il 29 Novembre 2023 si è svolta, presso il Tribunale di Crotone, l’udienza preliminare ed il Gup ha accolto le richieste del Governo Centrale, della Regione Calabria, dei superstiti e dei parenti delle vittime, di costituirsi parte civile. L’avvocatura dello Stato ha chiesto un milione di euro di risarcimento e la Regione cinquecento mila euro. Roberto Occhiuto, governatore calabrese, ha sostenuto che la vicenda di Cutro è stato un accadimento che ha sconvolto tutto il Paese e che durante l’accaduto, che ha comportato la morte di 94 persone accertate, la Calabria si è dimostrata molto solidale. La prossima udienza si terrà il 7 Febbraio 2024.

La Redazione

Torna in alto