Cerca
Close this search box.

PALLAMANO CROTONE – INNOTECH SERRA 19-25 (5-14)

IMG_1178

CROTONE: Malena, Pedullà (4), Calabrese (2), Bruno, Vrenna, Nesputo (3), Giaquinta, Malerba (6), Caruso, Riganello, Lo Guarro, Mariano (4), Menzano, Arcuri, Ravenna, Marchio. Allenatore:Gerace
INNOTECH: Lusverti (2), Sibilio, Guarini (5), Giannoccaro (7), De Luca, Martucci, Vinci,
Colucci (2), Vicenti (7), Trapani , Semeraro, Fanizza (2). Allenatore: Cassone
ARBITRI: Cardaci e Tilaro di Enna
Ancora una battuta d’arresto, questa volta al cospetto della capolista del girone. La Pallamano Crotone stenta a sbloccarsi ma lascia intravedere evidenti segnali di ripresa che lasciano ben sperare per la ripresa del campionato dopo la sosta natalizia. Il Serra si conferma avversario di valore, una formazione solida costruita per vincere, completa in tutti i reparti. Nonostante ciò, nel primo quarto di gara il match si mantiene estremamente equilibrato ed il parziale (2-2) dopo 14’ di gioco rappresenta la dimostrazione più evidente. In questa fase i rossoblù sprecano molto al tiro ma anche
Lo Guarro tra i pali si esalta con alcune belle parate. Improvvisamente però l’equilibrio di spezza, nei crotonesi si spegne la luce e con essa vengono meno la lucidità e la coesione che si erano apprezzate nel primo scorcio di gara. Il Serra approfitta di questo calo ed esce fuori con tutta la sua qualità. In soli 12’ piazza un break micidiale (10-3) passando a condurre per 12-5. I pitagorici perdono la necessaria tranquillità che si traduce anche in una pessima gestione al tiro e le palle perse in maniera banale si contano col pallottoliere. Si va al riposo con uno svantaggio di ben 9 reti oltre al rammarico per le tante occasioni fallite e per gli errori commessi. Dopo la consueta lavata di testa ad opera dei tecnici si torna in campo con un piglio decisamente diverso. I rossoblù riescono a risalire lentamente la china anche grazie ad una migliore organizzazione difensiva ed una accettabile percentuale di realizzazione al tiro. Al 55’ lo scarto si riduce a sole 4 reti (22-18) e, proprio quando il pubblico inizia ad assaporare la possibilità di un finale incandescente, i pitagorici vanificano ogni velleità fallendo 2 contropiede consecutivi. Negli ultimi minuti spazio ai giovanissimi rossoblù mentre il Serra piazza gli ultimi colpi chiudendo il match con un +6 a favore (25-19). Il buon secondo tempo dei crotonesi, con un parziale favorevole di +3, non è bastato per
sovvertire il pesante passivo con cui si è conclusa la prima frazione. Il break micidiale subito nel secondo quarto di gara ad opera della capolista del girone ha scavato un solco incolmabile che i pugliesi hanno poi amministrato con sagacia ed esperienza. Per il Crotone prosegue, senza ripensamenti, il programma di rinnovamento annunciato ad inizio stagione. Per i giovani rossoblù sono tangibili i primi segnali di crescita tecnico-tattica, il che lascia ben sperare per il futuro prossimo. L’appuntamento con la prima vittoria in campionato è rinviato a gennaio, dopo la pausa natalizia, durante la quale i giovani rossoblù continueranno a lavorare per mettere a frutto l’esperienza maturata in questo primo scorcio di stagione.

Torna in alto