Cerca
Close this search box.

Pasquale Esposito: Ho letto il comunicato della segretaria cittadina del Pd che ha quasi scrupolosamente osservato quanto già da me esposto sulla auto celebrazione degli “Stanchi”

Officina Civica KR (1)

Ho letto il comunicato della segreteria cittadina del PD in risposta al leader degli “Stanchi” Arcuri.
Nulla da obiettare dal momento che hanno quasi pedissequamente osservato ciò che avevo già rilevato nella mia dichiarazione in risposta all’auto celebrazione di se stessi, ovvero degli “Stanchi”.
Anche in tal caso ho atteso che qualche sussulto provenisse da FI in ordine al giudizio sferzante e irriguardoso del PD nei confronti del Governatore Occhiuto. Ebbene, rispediamo al mittente, noi di “Officina Civica” ed elettori di Roberto Occhiuto, l’accusa di doppiogiochismo e di disinteresse del Governatore della Calabria rispetto ai temi sensibili della Città di Crotone e della sua Provincia. Lo facciamo, forti di alcune scelte compiute dalla Giunta Occhiuto in ordine alle questioni legate alle infrastrutture, alla mobilità dei Crotonesi, alla Bonifica e ai servizi.
Assolutamente scontato dover ricordare gli oltre 3 mld postati e confermati nel DEF per la 106 per il tratto Crotone Sibari. Risorse che andranno ovviamente implementate per coprire i circa 200km che coprono il medio e alto Jonio. Nel frattempo si sono accelerate le procedure progettuali e finanziarie per appaltare il tratto Simeri Crichi-Passovecchio che abbatterà di almeno mezz’ora il collegamento con Lametia Terme, ovvero la sponda Tirrenica della Calabria. Sull’aeroporto, Occhiuto ha da prima recuperato quella scelta scellerata di cedere la quota maggioritaria del capitale sociale della Sacal Spa ai privati e che provocò danni soprattutto agli scali minori di Crotone e Reggio Calabria.  Successivamente alla maggioranza pubblica e quindi della Regione si è potuto programmare la ripresa dei voli da Crotone, oggi anche per Roma e Torino. Ovviamente, a nostro giudizio, sarebbe importante stabilizzare le attuali rotte e diversificare lo scalo di Crotone anche per quanto attiene qualche bacino di utenza del nord Europa( il volo con Norimberga aveva numeri importanti) e soprattutto di voli cargo quale sostegno alle nostre produzioni di eccellenza. Sulla Bonifica, dopo oltre 7anni e 3 governi nazionali Occhiuto ha imposto la nomina del Commissario e lo ha fatto nella persona del responsabile Arpacal, Gen Errigo, proprio per la sua competenza e affidabilità. L’obiettivo era e rimane Bonificare l’intera area SIN, la maxxi bufala della “passeggiata degli innamorati”e, soprattutto, dragare i fondali marini prospicenti. Per questo abbiamo sempre sollecitato un tavolo politico più che tecnico, perché Regione, Provincia e Comune guidino un processo di sviluppo urbanistico, produttivo e turistico che guardi a nord partendo proprio dall’area SIN. Anche la stessa interlocuzione che Occhiuto intrattiene con il Sindaco della Città, è da declinare come una corretta postura istituzionale rispetto alle problematiche cittadine che un Presidente di Regione deve intrattenere con gli Enti locali. Probabilmente, dovremmo ricordare quando si accorpavano Enti in utile finanziario( consorzio industriale) per ripianare debiti da altre Province, piuttosto che Società di gestione locali( aeroporto) sempre per il Re di Prussia( Sacal). Per non accennare a sfilate da Stadio per sponsorizzare candidati a Sindaco del PD al turno di ballottaggio non proprio provvidenziali. Sull’autonomia differenziata Occhiuto sta tenendo il punto senza farsi condizionare dal fatto che è leader nazionale di un partito di Governo. E lo sta’ facendo non arretrando rispetto al finanziamento dei Lep e al superamento della spesa storica. Sta’ facendo la sua parte con determinazione politica e acume negoziale. Tutto qui!! Magari basta rivolgersi al Governatore della Campania, De Luca (nonostante il PD), al quale non fa’ difetto l’ironia, quando ritiene che il Referendum è una trovata propagandistica rispetto all’autocritica sulla revisione del Titolo V( Amato CS) e la necessità di trattare su sburocratizzazione e spesa storica. Occhiuto e De Luca in sintonia pur essendo agli antipodi.

Torna in alto