Cerca
Close this search box.

TUTTI A CASA !

stelvio

Quello che è successo nella Commissione Cultura del comune di Crotone va al di là di ogni immaginazione.
Eppure la politica crotonese ha già conosciuto, come accade altrove, momenti di tensione, con confronti
anche accesi, ma l’immagine istituzionale della nostra città non era mai caduta cosi in basso.
Rappresentanti della maggioranza che di fatto impediscono ad altri consiglieri la discussione su temi
importanti che interessano tutta la città.
Com’è possibile che accada tutto ciò?
Neanche nella fantasia estrema. Aggressioni, non solo verbali, insulti
Questa città è allo stadio finale e chi dovrebbe rappresentarla e amministrarla, mette in mostra il peggio di se
stesso.
Non si può continuare cosi, è evidente che qualcuno è in preda ad uno stato di onnipotenza e pensa di gestire
anzi comandare la cosa pubblica con metodi mafiosi che neanche nel chiuso di casa propria sarebbe
auspicabile, figuriamoci in una sede istituzionale.
Si può sorvolare su siffatti accadimenti gravissimi? Come possono le forze politiche, nessuna esclusa, che
sostengono quest’amministrazione voltarsi dall’altra parte rimanendo indifferenti innanzi a tanta tracotanza?
Può la sete di potere giustificare tutto questo?
Questo è un oltraggio alla dignità, altro che antica Kroton, qui il livello è da osteria bieca e truce, quasi a
immedesimarsi nelle storie di bui periodi dove si consumavano deliri da basso impero.
Adesso la domanda è una sola: i protagonisti di questa bravata vanno via spontaneamente?
Oppure il Sindaco, capo di quest’amministrazione, in un sussulto di dignità politica manda a casa, questo
modo di rappresentare le istituzioni?
E dal Sindaco Voce , possiamo auspicarci un sussulto di dignità politica? Ci riuscirà?
Dubitiamo, prigioniero com’è dei numeri in consiglio comunale abbasserà la testa e andrà avanti, lui, da solo
senza la città.
A cosa serve tutto questo? Altro che comportamento responsabile, questo modo di procedere è complicità
nello sfacelo.
Non è meglio chiudere questa pagina, brutta, ingloriosa, ma soprattutto triste?
Serve un gesto di buon senso, tutti a casa e diamo ai cittadini la possibilità di scegliere.

Stelvio Marini
Circolo Territoriale FdI-Crotone

Torna in alto