Cerca
Close this search box.

UNA STORIA DI UN FALSO DECORO URBANO E DI UN PERBENISMO IN NOME DEI SOLDI DEL TERZO SETTORE

WhatsApp Image 2022-11-15 at 09.58.20

E’ accaduto ed accade che da giorni si eseguono in una forma quasi da sembrare un “rastrellamento” lo sgombero di venditori ambulanti che sono in regola ma che  non portano soldi per il terzo settore che ha creato una sorta di “holding” tra curia e amministrazione pubblica (molte sono le associazioni che percepiscono soldi pubblici), dove per la prima volta nella storia repubblicana dentro l’amministrazione ci sono rappresentati ecclesiastici che ipocritamente portano avanti propagande che ignorano il diritto di questa gente che si guadagna da vivere. Il cosiddetto DECORO URBANO altra fonte di FINANZIAMENTI PUBBLICI, altro non è come un pretesto per avere fondi pubblici da spartirsi con il potere territoriale e di coloro che nell’ombra stanno affossando una città intera che si sta spopolando. La cosa molto ma molto grave è la chiesa silente su tutto compreso la bidonville sotto il cavalcavia.  Nel video realizzato e tratto da foto pubblicate dall’amica Enza Amedea Ruggiero si vede la mortificazione di una famiglia pakistana che vendeva oggetti su un lungomare lercio è deserto. Complici silenti sono il mondo sociale, politico, religioso e sindacale UNA VERGOGNA COLLETTIVA.

Torna in alto