Cerca
Close this search box.

visita di una delegazione svedese all’istituto Ciliberto-Lucifero di Crotone all’interno del progetto Erasmus+

Delegazione Svedesea capocolonna

Non ha confini, l’istituto Ciliberto-Lucifero di Crotone abbatte ogni barriera e diventa sempre più internazionale. In principio sono state Polonia e Romania, poi Spagna, Malta adesso la Svezia, presto saranno Repubblica Ceca e Finlandia, non ci sono limiti per una scuola che è sempre più europea, sempre più internazionale. Nei giorni scorsi durante la permanenza di una delegazione Erasmus+ dell’istituto svedese Aniaragymnasiet, indirizzo economico e scienze sociali di Goteborg, il dirigente scolastico del Ciliberto-Lucifero Girolamo Arcuri e la sua collega svedese Sladja Mijatovic hanno firmato un accordo di mobilità che di fatti lega indissolubilmente le due scuole che continueranno ad ospitarsi vicendevolmente nei prossimi anni. Questo non fa altro che confermare la vocazione internazionale del Ciliberto-Lucifero scuola che vuole far ricadere nel locale quanto di buono si fa fuori dall’Italia. Con questo accordo si allarga la rete delle istituzioni europee e aumenta il numero dei partner transnazionali all’attivo. Durante la settimana di permanenza della delegazione svedese gli assoluti protagonisti sono stati
gli studenti che hanno illustrato in prima persona l’offerta formativa dei vari indirizzi, guidando gli ospiti nei laboratori recentemente inaugurati e rinnovati di navigazione aerea, manovra marittima e meccatronica che hanno letteralmente strabiliato gli ospiti. È stata un’occasione molto utile per gli studenti crotonesi di mettersi alla prova e praticare la lingua inglese, districandosi benissimo e dimostrando una buona padronanza comunicativa, per dialogare e sciogliersi nel parlato cosa che a Crotone non capita molto spesso. In questo il Ciliberto-Lucifero si è sempre dimostrata scuola all’avanguardia fornendo ai suoi studenti continue opportunità per migliorare le lingue comunitarie. L’Erasmus, sia in entrata sia in uscita, le partnership con scuole di ogni paese, senza dimenticare i corsi per il conseguimento della Certificazione Cambridge English organizzati in collaborazione con la British school di Crotone. La visita della delegazione svedese non è stata solo scuola, infatti gli studenti crotonesi hanno fatto da cicerone per i colleghi svedesi accompagnandoli durante le visite del territorio presso i siti
caratteristici e culturali come il Castello di Carlo V, il museo civico, il parco archeologico di Capocolonna dove è stata organizzata anche una visita al faro illustrato dal dell’Assistente Tecnico
Nautico della Marina Militare, Salvatore Sestito, e il museo del mare. In maniera naturale è emerso lo stretto legame dell’istituto Nautico appunto con il territorio dove opera. Momento importante è stata anche l’accoglienza della delegazione da parte della direttrice dei  servizi generali e amministrativi Rosa Murano e del dirigente scolastico Arcuri. Durante il lungo
incontro del Dirigente Girolamo Arcuri con la collega svedese Mijatovic, che ha visto la firma dell’accordo di mobilità, i due hanno avuto modo di confrontarsi su temi di natura educativa,
culturale, didattica, ma anche calcistica perché la dirigente svedese è insegnante di scienze motorie ed ha sfoggiato grande conoscenza del calcio italiano e stessa cosa ha fatto Arcuri con
quello svedese. Non sono mancati gli incontri con le istituzioni locali, c’è stato prima il saluto dell’assessore comunale all’Istruzione Nicola Corigliano e l’assessore al Turismo Maria Bruni, in occasione della convention “Erasmus e turismo nella città di Crotone” organizzata da Loris Rossetto con la presenza dell’ambasciatrice Erasmus Ornella Pegoraro che insieme hanno voluto sottolineare l’importanza di questi scambi e visite e le opportunità che ne conseguono per il nostro territorio in termini anche di turismo culturale. Il sindaco di Crotone Vincenzo Voce ha salutato la delegazione svedese che è stata ospite d’onore dell’inaugurazione del rinnovato settore B, centro sportivo della città durante l’inaugurazione delle competizioni studentesche. La delegazione è stata inclusa anche nella sfilata iniziale. La settimana si è chiusa con una tavola rotonda svoltasi presso la sede del triennio Trasporti e Logistica e Meccatronica, moderata dagli studenti ospitanti che hanno condotto una serie di interviste ai docenti e studenti stranieri e così consentito di tirare le somme da questa esperienza Erasmus a Crotone. Molto successo hanno riscosso nei svedesi il clima, il sole, il gelato e molti apprezzamenti anche sull’organizzazione impeccabile della settimana, grazie al lavoro delle docenti Alessandra Messina ed Eleonora Stellatelli sempre attente e ottime “padrone di casa” che non hanno fatto mai mancare nulla. Apprezzato anche il lavoro svolto dagli studenti crotonesi che si sono dimostrati molto diligenti e disciplinati nella varie attività. Quanto questi scambi siano costruttivi e anche necessari lo si è intuito nel momento in cui gli studenti, i docenti e la dirigente svedesi hanno evidenziato quello che può essere migliorato, non sono mancati suggerimenti in tal senso per apportare ulteriori migliorie. Anche questa è scuola, anche questo è miglioramento delle proprie competenze, anche questa è crescita intellettuale e sociale, anche questa è didattica, anche questo è offerto agli studenti del Ciliberto-Lucifero.

Torna in alto